Cerca
Close this search box.

Luino bollente, sindaco: “Spostare pazienti a Cuasso”

In risposta alle polemiche sulla carenza di condizionatori in Ospedale, Enrico Bianchi propone il trasferimento di alcuni degenti nel più fresco nosocomio valceresino. E Palazzo Verbania? “Molto dipende dalla Soprintendenza. Nell’attesa, faremo scorta di ventilatori”

Trasferire alcuni pazienti all’ospedale di Cuasso e fare scorta di ventilatori e impianti portatili.

Sono le due soluzioni provvisorie che il sindaco Enrico Bianchi mette in campo per tamponare a stretto giro il problema dell’Ospedale di Luino, privo di condizionatori in alcuni suoi reparti.

La polemica, innescata nei giorni scorsi da Gianfranco Cipriano (qui le sue parole), trova nel primo cittadino un interlocutore pragmatico (“le temperature di questo periodo sono ben al di sopra del normale”), ma pronto a mettersi a disposizione, sebbene sia conscio di limiti e paletti indipendenti dalla volontà comunale.

 

Per quanto riguarda Palazzo Verbania, il sindaco conferma: la ristrutturazione non prevedeva impianti del genere, faremo quel che si potrà, Soprintendenza e mercato permettendo.

 

In risposta alle polemiche sulla carenza di condizionatori in Ospedale, Enrico Bianchi propone il trasferimento di alcuni degenti nel più fresco nosocomio valceresino. E Palazzo Verbania? “Molto dipende dalla Soprintendenza. Nell’attesa, faremo scorta di ventilatori”
Disponibile su Google Play
Disponibile su Google Play