Medici a domicilio, mappa e funzioni

Sono state 282 le visite e 379 le telefonate giunte finora alle USCA, le ex Guardie Mediche attivate e formate per l'assistenza ai malati (o sospetti) Covid

Con la sede di Fino Mornasco (provincia di Como), che verrà attivata nei prossimi giorni, ATS Insubria completa la copertura territoriale delle USCA, le Unità Speciali di Continuità Assistenziale. 

Si tratta di una versione riveduta, corretta (e adeguata all’emergenza Covid) di quelle che un tempo chiamavamo Guardie Mediche. Un totale di 50 medici, adeguatamente formati ed equipaggiati e in costante contatto coi Medici di Medicina Generale. Il loro compito è garantire assistenza e vicinanza a chi soffre di sintomi analoghi a quelli che caratterizzano il temibile coronavirus (difficoltà respiratorie, tosse persistente, febbre), evitando al paziente, sicuramente o potenzialmente contagioso, di allontanarsi da casa, col rischio di infettare altre persone.

Attive a Busto Arsizio, Saronno, Varese, Gallarate, Como, Erba e, con l’attivazione di Fino Mornasco, nell’area di Cantù, le USCA possono così monitorare, direttamente al domicilio, l’evoluzione della sintomatologia e gli interventi del caso.

Operative 7 giorni su 7, in queste prime settimane di attività le Unità Speciali coordinate da ATS Insubria hanno effettuato 282 visite mirate e risposto a 379 telefonate al numero verde 840.000.661.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.