Medicina d’Urgenza, passione rara

Parla Walter Ageno, numero uno del Pronto Soccorso e del Trauma System di ASST Sette Laghi: "Facciamo un lavoro impegnativo e stressante, ma salviamo molte vite"

Sullo sfondo, le polemiche che risuonano in Veneto e in altre Regioni italiane, dove la carenza di Medici Urgentisti ha spinto le aziende sanitarie a esternalizzare la gestione dei PS alle cooperative e queste ultime a reclutare professionisti “last minute”, senza particolari filtri né selezioni.

In primo piano, la voce di un addetto ai lavori autorevole e stimato come il Professor Walter Ageno, il quale, per ASST Sette Laghi, dirige il Pronto Soccorso, ma anche quel Trauma System che pone l’azienda varesina tra i pochi hub lombardi capaci di ricevere, curare e assistere le vittime di traumi complessi.

A lui, in questa intervista, Matteo Inzaghi chiede quale sia la situazione attuale, se anche il nostro territorio rischi simili appalti e quale sia la componente della Medicina d’Urgenza che, agli occhi degli aspiranti medici, spaventa di più.

Spiega il professore: “E’ un mestiere stressante, impegnativo, esposto a conflitti e contenziosi. Ma è anche il sale dell’impegno sanitario, perché, anche se poi i meriti vanno ad altri colleghi, a salvare le vite, il più delle volte, siamo noi“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.