Meno nascite, meno pediatri. Ats: “Nessuna emergenza”

Casorate Sempione perde un punto di riferimento per le mamme: un noto e stimato medico si trasferisce in Piemonte e non viene sostituito da un altro professionista. "I dottori attualmente presenti tra Somma Lombardo, Cardano al Campo e Gallarate sono assolutamente sufficienti per coprire le richieste delle famiglie", fanno sapere dall'Agenzia di Tutela della Salute dell'Insubria

Un noto e stimato pediatra, operante sul territorio da molti anni, si trasferisce e decine di mamme perdono il loro punto di riferimento. Accade a Casorate Sempione. L’inghippo nasce dalla richiesta del professionista, che dopo una vita da pendolare, ha voluto riavvicinarsi a casa, in Piemonte. 

Lo studio pediatrico di Casorate – attualmente – risulta vuoto. Ats non lo ha infatti assegnato a nessun altro medico.  Una scelta che nasce da un attento studio del territorio, spiega Cristina Della Rosa, direttore del dipartimento delle cure primarie di ATS Insubria. Il costante calo delle nascite ha visto – negli anni – una progressiva diminuzione dei pazienti a carico dei pediatri della zona. Dunque, i medici attualmente presenti tra Somma Lombardo, Cardano al Campo e Gallarate sono assolutamente sufficienti per coprire le richieste delle mamme. 

 

 

 

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.