Nuova ondata? Castellanza mette le mani avanti

Dopo lo sforzo di questi ultimi mesi, Humanitas Mater Domini realizzerà un Pronto Soccorso adibito esclusivamente ai pazienti affetti da coronavirus e ai casi sospetti

Un Pronto Soccorso Covid per fronteggiare un’eventuale seconda ondata.

E’ quello che Humanitas Mater Domini, storica struttura sociosanitaria di Castellanza, si prepara a realizzare nei prossimi mesi, forte del via libera incassato dalla proposta preliminare, al vaglio dell’ultima riunione della giunta comunale.

Si tratta, in pratica, di un’area che verrà predisposta ex novo e che sarà destinata alla presa in carico dei pazienti già diagnosticati come Covid o non ancora accertati, ma potenzialmente positivi.

Il prefabbricato, di 40×20, sorgerà nelle immediate vicinanze dell’attuale PS e consentirà di rendere ancor più efficace la lotta al coronavirus, che dallo scorso Febbraio vede la clinica di Castellanza in prima linea. A tempo di record, infatti, HMD ha riconvertito i reparti, trasformato le sale operatorie in Terapie Intensive, creato 7 degenze dedicate e raddoppiato i posti letto di T.I e PS, complice l’intervento sul campo della Protezione Civile, che ha allestito in loco le proprie tende di emergenza.

Nella malaugurata ipotesi di un’esplosione di nuovi focolai – commenta il sindaco Mirella Cerini – vogliamo garantire ai nostri concittadini, in sinergia coi vertici di una struttura storica e prestigiosa del territorio come Humanitas Mater Domini, una risposta immediata e ben organizzata”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.