Terza età, la dieta per stare bene

E' necessario mangiare bene, bere molta acqua ed evitare fritti e cibi troppo zuccherati. A dirlo è Sara Bartolaccini, nutrizionista e biologa

La terza età è una fase delicata della vita, anche dal punto di vista nutrizionale. Con il passare degli anni, infatti, le esigenze dell’organismo cambiano: già a partire dai 40 anni, il fabbisogno giornaliero di calorie diminuisce gradualmente di circa il 5% ogni 10 anni, sino ai 60 anni d’età.

Dai 60 ai 70 anni, la necessità calorica scende ulteriormente del 10%. Un’altra riduzione del 10% avviene dopo i 70 anni. In pratica, il fabbisogno calorico giornaliero nell’anziano è in media di 700 calorie inferiore rispetto a quello che aveva da giovane.

Ma limitarsi a mangiare meno per conservare il proprio peso forma non basta. Serve alimentarsi in modo sano ed equilibrato. Ne parliamo insieme alla nutrizionista e biologa Sara Bartolaccini.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.