Tumore cervice uterina: ATS lacia lo Screening

Nei primi mesi del 2022 è stato attivato il programma di screening del carcinoma della cervice uterina rivolto a tutte le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni

Nei primi mesi del 2022, come da indicazioni regionali, ATS Insubria ha attivato il programma di screening del carcinoma della cervice uterina rivolto a tutte le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni.

Il programma di screening consiste nell’offerta attiva alle donne di un test di primo livello:
PAP test da ripetersi ogni 3 anni per le donne di età 25-29 anni non vaccinate o non completamente vaccinate per HPV in età adolescenziale
HPV DNA test da ripetersi ogni 5 anni per le donne di età 30-64 anni indipendentemente dallo stato vaccinale
Le giovani donne già vaccinate precedentemente per HPV saranno invitate per la prima volta allo screening con HPV DNA test ogni 5 anni a partire dai 30 anni d’età.

L’esame di secondo livello, nei casi confermati positivi al test di primo livello, è rappresentato dalla colposcopia che sarà garantita, con percorso dedicato, in ambito ospedaliero.

L’infezione da Papilloma virus è la più comune delle infezioni a trasmissione sessuale e la trasmissione può avvenire anche tramite semplice contatto nell’area genitale.
L’infezione in base allo stato immunitario individuale può regredire, persistere o progredire in tumore maligno. In Italia, attualmente, il carcinoma della cervice uterina rappresenta il quinto tumore per frequenza nelle donne sotto i 50 anni e complessivamente l’1,3% di tutti quelli diagnosticati.

La vaccinazione anti papilloma virus e lo screening periodico rappresentano quindi gli strumenti più efficaci nella prevenzione del tumore.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.