Falcone, la tecnologia cambia (e salva) la scuola

Un investimento pari a 60 mila euro per l'acquisto di pc, tablet e strmentazioni di ultima generazione indispensabili per accompagnare gli studenti nel loro percorso di formazione, nel pieno rispetto della normativa antiCovid

Altro che vacanze. All’istituto superiore Giovanni Falcone di Gallarate fervono i preparativi per la ripresa delle lezioni, in tutta sicurezza. Parola d’ordine, tecnologia. 60 mila euro l’importo investito per l’acquisto di attrezzatura informatica che, da settembre, verrà messa a disposizione degli studenti. Prima di tutto, le lezioni verranno trasmesse in streaming, consentendo ai ragazzi di assistere da aule diverse, evitando assembramenti.

 

E per gli studenti economicamente più svantaggiati, la scuola offre un supporto concreto, distribuendo pc portatili e attrezzatura informatica quando necessario.

 

Fondamentale anche l’utilizzo dei turni e l’accesso scaglionato a scuola. “Abbiamo circa 1500 ragazzi da gestire e tutelare” – dice Ilacqua. “Dobbiamo garantire la massima sicurezza”.

 

La tecnologia ci permetterà di superare molti ostacoli”, conclude il dirigente, ma ciò che più conta è il senso di responsabilità e la capacità dei giovani di capire il valore delle regole. Per questo, chiediamo alle famiglie di collaborare con i docenti e di dialogare con i loro ragazzi, oggi più che mai”. L’Istituto, proprio per supportare gli studenti in questo percorso così delicato, promuoverà lezioni di educazione civica in tutte le classi.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.