“Polveri di covid”, convegno (cairolino) sull’inquinamento

I ragazzi dei Liceo Classico vestono i panni di organizzatori e, con la PSA & CF, organizzano un incontro scientifico dedicato agli effetti delle polveri sottili sulla salute. Il dottor Macchi: "L'aria salubre di Varese ha ridotto la diffusione del virus"

Anche Varese ha sofferto e pagato un prezzo doloroso alla pandemia, ma in misura decisamente inferiore rispetto ad altre province. Un dato confermato dai numeri e spiegato in termini ambientali.

Vivere a contatto con verde, laghi e aria salubre non è solo bello, ma anche sano. Alcuni dei territori più colpiti dal covid, infatti, sono anche quelli più inquinati e più assediati dalle famigerate polveri sottili.

E’ quanto emerso dal convegno Flegma, accreditato dal Ministero della Salute, nato su impulso del project work di Camera di Commercio e frutto della felice sinergia tra la PSA & CF e il Liceo Cairoli di Varese.

Gli studenti, coordinati dalla docente e tutor Elma Bandiera, hanno vestito i panni di organizzatori del convegno, si è trattato di un’esperienza impegnativa quanto preziosa. Rete55 ha raccolto le loro impressioni.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.