Somma… di voci: “Ci piace la Pace”

I bambini della scuola Galli di Somma Lombardo hanno marciato fino al Municipio per incontrare il sindaco Stefano Bellaria e intonare cori a favore e sostegno della comunità ucraina

A noi piace la Pace“.

Un grido riecheggiato più volte, questa mattina, nel cortile del Municipio di Somma Lombardo.

A urlarlo a pieni polmoni, i bambini della Scuola dell’Infanzia Galli, i quali, accompagnati dai maestri e accolti dagli amministratori locali, hanno raggiunto a piedi il Comune, armati di cartelli e striscioni a favore della comunità ucraina e dei loro coetanei: costretti, dalla brutalità degli adulti, alla fuga, al terrore e a rinunciare a qualunque forma di spensieratezza.

A loro il sindaco Stefano Bellaria ha rivolto parole commosse e determinate, invitando i piccoli a credere nella pace, a farsene portavoce e paladini. Senza mai dare nulla per scontato: “Il rifiuto della violenza – afferma il primo cittadino – non può ridursi a uno slogan: deve diventare parte integrante della quotidianità di ciascuno”.

A fianco dei bambini, insieme agli educatori, la bidella dell’istituto: Lyuba, di nazionalità ucraina.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.