Consultorio a rischio: “Contratto o chiusura”

Gestito dalla storica Onlus AISEL, il servizio fatica a sostenere le fasce più deboli e a pagare le utenze della struttura di Castellanza. Appello del presidente Palermo: "Senza di noi, Valle Olona isolata". Nel 2019 ha assistito 1441 persone

Un prezioso supporto sociale, psicologico e terapeutico. E’ quello che la città di Castellanza e più in generale la Valle Olona rischiano di perdere, se Regione Lombardia non accoglierà l’appello di AISEL, storica onlus che da 40 anni eroga attività socioassistenziali di varia natura, destinate a persone fragili, adulti e minori e che in città da circa 5 anni gestisce il Consultorio. 

Proprio quest’ultimo potrebbe chiudere i battenti, se Palazzo Lombardia e ATS Insubria non accoglieranno l’appello, reiterato ormai da 4 anni, affinché la struttura venga contrattualizzata, consentendole di accogliere le fasce più deboli e di sostenere il pagamento delle utenze.

Ne parliamo con il presidente AISEL, Raffaele Palermo.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.