Disagio giovanile, la strategia educativa di Anglad

Presentato, a Tradate, un calendario di iniziative educative, sociali e culturali. Obiettivo, evitare che i ragazzi cadano nella trappola della dipendenza

Ti ascolto, non sentirti solo.

Una frase fondamentale, che può fare la differenza tra serenità e disagio, tra salvezza e baratro, fa da titolo alla preziosa iniziativa di Anglad Prealpina, artefice di un progetto rivolto ai più giovani, affinché evitino le trappole della dipendenza. Si parte da uno sportello cui rivolgersi e si prosegue con una serie di incontri.

Il progetto, condiviso col distretto di Tradate e sostenuto da Fondazione Comunitaria del Varesotto, culminerà in alcuni webinair aperti a scuole e docenti. Non una scelta di comodo, ma un modo efficace per ampliare il più possibile la platea degli interlocutori.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.