L’ospedale di Luisa

Nuovo reparto e una fabbrica per l'ospedale del Burundi intitolato a Luisa Bossi

“E’ proprio per realizzare il sogno di mia sorella che abbiamo raccolto questa sfida”. Così Massimo Bossi, volto noto della politica e dell’impresa gallaratese, spiega l’impegno profuso in questi anni nella parte più povera del Burundi, sfortunato Paese africano, dove, in nome della sorella Luisa, Bossi ha già realizzato diversi interventi, con la costruzione di un ospedale e di alcuni reparti. Prossima missione, un reparto di oculistica e una fabbrica di occhiali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.