Mai Paura Camp, da sogno a realtà

Inaugurata l'area verde, inclusiva e socioeducativa, che fa capo all'associazione guidata da Emanuela Bossi. Grande festa, gioia, sorrisi e un appello: "Aiutateci a sostenere, custodire e animare questo luogo"

Un’oasi divertente e solidale, benefica e rigenerante, spensierata e socialmente impegnata.

Esistono mille parole e mille modi per descrivere il Gabry Camp inaugurato da Mai Paura Odv in via Salvator Rosa, a Busto Arsizio.

Pochi giorni prima del taglio del nastro, Matteo Inzaghi aveva compiuto in loco un sopralluogo, descrivendone così lavori, propositi e atmosfera (per rivedere il reportage, clicca qui).

Ora che il grande giorno è arrivato, e che tante persone comuni, tanti ragazzi, tante autorità hanno voluto prendere parte all’evento, concentriamoci sulla prima sfida.

Parola, d’ordine, contribuire: al sostegno, alla cura, alla custodia, all’efficienza delle infrastrutture che compongono l’area in questione.

Perciò, per dirla con Emanuela Bossi, leader e motore infaticabile dell’iniziativa, ogni contributo è benaccetto. Sia che si tratti di tempo, di iniziativa, di energie. O che si tratti di sponsorizzazioni, piccole o grandi. A quest’ultimo fine, ecco l’iban IT30L0329601601000067275953. In fondo, sono le singole gocce a comporre l’Oceano.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.