Champions: finale al Vakifbank, onore alla UYBA

Alla UYBA non riesce l'impresa e travolta dalle turche dice addio alla finale e alla Champions League. Sconfitta pesante che però nulla toglie al cammino fatto fin qui.

Delusione sì, orgoglio però altrettanto e anche di più. È il sentimento di chi a un passo dalla vetta è costretto a rinunciare. Poco importa la grande impresa di essere arrivati fin lì perché quando si pregusta un sogno, la caduta fa ancora più male. La UYBA esce dalla Champions League a testa altissima. È mancato un passo verso la finale, ma un passo troppo lungo per la gamba biancorossa. Il Vakifbank non ha lasciato neanche le briciole nella semifinale di ritorno prendendo a pallate la farfalle dal primo all’ultimo punto per un 3 a 0 a una porta sola. Si poteva fare forse appena meglio di così, un approccio migliore, una seconda linea un po’ più solida, ma davanti a un avversario straordinario si può solamente applaudirlo a applaudirsi per una cavalcata nemmeno immaginabile nel mese di dicembre approdata vicinissima all’ultimo atto. Una lezione da imparare che deve far male quanto basta, per voltare pagina e ripartire più forti con tanta esperienza in più.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.