Izagirre da solo, a braccia alzate, si prende il Grande Trittico

Il basco dell'Astana trova la fuga giusta all'ultimo giro, staccando lo "squalo" Vincenzo Nibali

Il Grande Trittico Lombardo, che nell’anno del Covid ha unito in una corsa sola Coppa Agostoni, Coppa Bernocchi e Tre Valli Varesine, ha assunto toni del ciclismo più leggendario. In una giornata tremenda per le condizioni meteorologiche, caratterizzate da un fortissimo temporale, hanno percorso tutti i duecento chilometri della gara da Legnano a Varese solo 52 corridori. E a presentarsi da solo sul rettilineo finale, in via Sacco, davanti a Palazzo Estense, è stato il ciclista basco Gorka Izagirre (Astana) che ha centrato la fuga giusta all’ultimo giro e ha potuto alzare le braccia già a duecento metri dal traguardo, precedendo di 27 secondi il compagno di squadra Alexander Aramburu, Greg Van Avermaet, Michal Kwiatkowski e lo “squalo” Vincenzo Nibali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.