fbpx

Juri, una vita in palestra. Senza ipocrisia

L'atleta Norcini, già campione di karate e body building, si dice deluso dalle nuove generazioni e affronta il tema del doping senza peli sulla lingua

Il suo curriculum parla chiaro: titoli, medaglie, trofei. E un premio alla carriera, conferitogli dalla sua Vergiate. Juri Norcini continua a frequentare la palestra come appassionato e preparatore atletico. Ma a Rete55 traccia un bilancio della sua lunga esperienza, racconta i motivi che lo hanno spinto a cedere la precedente attività. E affronta il delicato tema del doping nel body building.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.