L’inarrestabile Openjobmetis espugna Venezia

Da quando Johan Roijakkers è arrivato, Varese ha cambiato faccia, dimostrandosi inarrestabile. Battuta anche la Reyer: 93-82

Splendida, spietata Varese di Johan Roijakkers. Da quando il coach olandese è arrivato, svegliando la bella addormentata, solo i campioni d’Italia della Virtus Bologna, sono riusciti a fermare i biancorossi, altrimenti inarrestabili. E inesorabili, come nella trasferta di Venezia, vinta alla grande, con una prova di carattere e forza. Gli 11 punti di margine alla fine della gara, chiusa 93 a 82, fanno capire quanto Varese sia stata travolgente in casa della Reyer, battuta con una solida prova corale in cui hanno strappato applausi proprio tutti.
Se i soliti Keene, autore di 26 punti, e Vene, che ha chiuso a quota 16, hanno garantito quantità, come Sorokas, 14 punti per lui, meritano una citazione speciale quattro giocatori, a partire da Giovanni De Nicolao, sontuoso play autore di 16 punti, con 11 rimbalzi e 6 assist sfornati ai compagni, e capace di guidare la difesa. Giancarlo Ferrero è stato un capitano di grande cuore, mentre i giovani Matteo Librizzi e Nicolò Virginio sono ormai delle certezze: i varesini che non hanno neppure vent’anni e già lottano in serie A contro i giganti del basket, sono un esempio per tutti.
Ora Varese tornerà in campo venerdì per il recupero di campionato in caso di Reggio Emilia, guidata dall’ex Attilio Caja.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.