Tre su tre, la cura Roijakkers funziona davvero

Battuta Trento per la seconda volta nell'arco di 48 ore. Che bella la Varese del nuovo coach olandese che non ha paura di puntare sui giovani italiani Librizzi e Virginio

Varese ha cambiato volto davvero e il merito di una metamorfosi così netta è del nuovo allenatore Johan Roijakkers. Da quando il coach olandese si è seduto sulla panchina biancorossa, la squadra ha messo in fila tre vittorie, battendo Venezia e, per due volte, nell’arco di 48 ore, Trento. 

Roijakkers ha saputo rivitalizzare il gruppo e ha rilanciato anche gli italiani Virginio e Librizzi, che è partito in quintetto base, sulle tracce di Reynolds. Una mossa coraggiosa che ha portato frutti e messo in luce il giovane play, nato nel 2002 e alto solo un metro e 81.

La chiave della partita nell’ultimo quarto con il parziale di 19-9, Keene inarrestabile e cinque giocatori in doppia cifra.

Roijakkers sorride e coccola il gruppo

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.