fbpx

Verbano di rimpianto, Legnano nell’angolino

Sfuma all'ultimo secondo la vittora per il Verbano. Contro il Legnano è finita 2 a 2.

Marzio in tribuna, Fiorito debutta in panchina. Inizia con queste premesse la sfida tra rossoneri e lilla. Parte forte il Legnano che vuole dimostrare di aver cambiato strada, ma dopo 8 minuti a colpire sono i padroni di casa. Calcio di punizione dal dalla trequarti di Mira e pasticcio di Cotardo che si butta il pallone in porta. 1 a 0. Botta e risposta, perché al quarto d’ora arriva il pareggio dei lilla. Cross di Curci respinto dalla difesa rossonera su cui si avventa Crea, coordinazione perfetta e con il destro fa palo-gol. Imprendibile per Spadavecchia. Partita bella e viva. Il Verbano è di nuovo pericoloso su calcio di punizione. Mira questa volta è fuori di un soffio. Capovolgimento di campo e Foglio scalda i guantoni al numero 1 di casa. Ancora Legnano alla mezz’ora. È l’ex di giornata, Matteo Amelotti, dalla distanza sfiorare il gol del vantaggio. Stop e tiro al volo, ma palla sul fondo. Primo tempo che finisce in parità, ma la ripresa non smette di dare spettacolo. Al terzo minuto spingono i lilla: sponda di Berberi per Grasso, Spadavecchia ci mette la punta delle dita. Al 26° arriva il nuovo vantaggio per il Verbano. Sulla respinta della retroguardia legnanese ci arriva Caldirola che sposta palla e con il destro a giro la mette dove Cotarda non ci arriva. Gol da mettere in cornice e 2 a 1. Gli ospiti vacillano e rischiano di capitolare con la conclusione di Oldrini che prova ad imitare Caldirola. Conclusione fuori. Arriva il 90°, 3 minuti di recupero e sembra cosa fatta. Ma il calcio è strano e sull’ultima punizione dal limite regalata dal Verbano, Foglio, trova l’angolino e il 2 pari. Un punto a testa, e Castellanzese che se ne va.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.