Cerca
Close this search box.

Diego Monfredini, il regista che sa raccontare la vita di paese

Ha saputo nuovamente distinguersi, il regista piacentino che, a un anno dal suo trionfo nel concorso di videomaking del Premio Chiara, mette a segno un'altra chicca: un falso documentario dedicato alla vita lacustre, ambientato a Luino ma girato in Molise

Tecnicamente si chiama “mockumentary”: un finto documentario, una storia di finzione realizzata con occhio e stile documentaristici.

Proprio quel che ha fatto, con ottimi risultati, Diego Monfredini, regista piacentino, già vincitore del concorso di videomaking del Premio Chiara 2019 con l’ottimo “Era Lui” (per rivedere la puntata che gli dedicammo allora, clicca qui) e ora nuovamente in sella, grazie alla Segnalazione incassata dalla giuria dell’edizione 2020, che non poteva trascurare il suo “Bernardino di Luino”, ambientato sul Lago Maggiore, ma girato altrove.

In questa puntata di CineAmando, Monfredini si racconta a Matteo Inzaghi e torna ai giorni (non facili) delle riprese.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Google Play