L’ippodromo del giorno

La puntata numero 115 di Mondo Galoppo è dedicata alle Bettole, che hanno assorbito parte del calendario milanese per la chiusura forzata di San Siro, a causa della Popilia Japonica, e hanno mandato in scena il Gran Premio delle Aste mercoledì 15 settembre. Filippo Brusa ha incontrato alcuni protagonisti di una riunione ricca di emozioni

È stato il Gran Premio delle Aste a riaprire, mercoledì 15 settembre, le Bettole, che hanno assorbito che hanno assorbito così parte del calendario milanese per la chiusura forzata di San Siro, a causa dell’infestazione di larve di Popilia Japonica.
La puntata numero 115 di Mondo Galoppo è dedicata proprio all’ippodromo varesino, dove Filippo Brusa ha incontrato alcuni protagonisti di una giornata ricca di emozioni, a partire da Fabio Branca: prima della squalifica di quaranta giorni, che scatterà sabato 18 settembre, per la rissa di venerdì 10 con il collega Claudio Colombi, scoppiata nella sala fantini delle Capannelle, il jockey di Cala Gonone ha vinto il Gran Premio delle Aste, in sella a Some Respect, allievo di Bruno Grizzetti.
Il due anni della Scuderia Cocktail aveva già trionfato, lo scorso 31 luglio, nel Criterium Varesino e i proprietari parlano delle aspirazioni del cavallo: Pietro Barbarito e il figlio Marco brindano al successo, in attesa di cementi ben più prestigiosi e impegnativi di una gara con solo quattro partenti, mentre Gianpiero Soccini, oltre a essere compiaciuto per l’affermazione del suo purosangue, vive anche il ruolo di presidente della Società Gestione Aste (Sga), invitando a partecipare all’asta Yearlings di sabato 18.
Non manca il plauso al dormelliano Alsini, a segno nel Premio Selezionata 2021, per la gioia del fantino Carlo Fiocchi e di Franca Vittadini, direttrice dell’antica e gloriosa scuderia.
Antonio Viani, neopresidente dell’Unione Proprietari Galoppo, annoda alcune interessanti considerazioni sul movimento ippico italiano, mentre l’allenatrice Marinella Arienti esprime amarezza per l’indisponibilità della pista milanese e qualche critica, anche per le Bettole.
Infine, spazio a un’illustre figlia d’arte: Ginevra Grizzetti, che ha ereditato dal papà Bruno, allenatore tra i più vincenti del galoppo italiano, e dalla mamma Alessandra Omarini, ex amazzone, la passione per i cavalli. Dopo aver conseguito la maturità alla scuola Europea di Varese e essersi iscritta alla Facoltà di Medicina, Ginevra ha vissuto un’estate in sella, impreziosita dalla medaglia di bronzo conquistata a fine agosto in Svezia, a Segersjö, nel campionato continentale juniores di completo, insieme al suo Junco e alle compagne della nazionale: Camilla Luciani, Ludovica Vincenti e Cecilia Magni.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.