Omicidio stradale, i nodi e le conseguenze

Un focus sul giro di vite nella normativa che punisce i guidatori imprudenti (o sfortunati)

La giudice Ferrazzi non ha dubbi: l’inasprimento delle pene per l’omicidio stradale restinge il raggio d’azione del tribunale. “Chi emette la sentenza – spiega – non potrà più fare leva sulla funzione educativa della sanzione, potendo solo basarsi sullo spirot punitivo della legge”. Dalla pm Ria, poi, uno sguardo alla dinamica dei fatti.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.