Quando il sole fa male

Intervista al dermatologo Motolese sul rischio di tumori alla pelle

Aspettiamo il caldo, l’Estate, i primi bagni e il sole sulla pelle. Momenti piacevoli, ma sempre più rischiosi. Perché i raggi uva e uvb sono sempre più penetranti e aggressivi, complice una graduale mancanza di filtri atmosferici. Risultato, aumentano i nei e i tumori della pelle. Da un esperto dermatologo come il dottor Motolese, qualche suggerimento su come godersi la tintarella senza correre pericoli.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.