Academy e Robur insieme

È il progetto di Gianfranco Ponti, numero uno del vivaio biancorosso che, dopo essere andato in Argentina a caccia di talenti, è tornato più carico che mai: «A settembre realizzeremo grandi cose. Il basket varesino rappresenta ancora un orgoglio per la città a livello mondiale»

«Questo matrimonio s’ha da fare» è il titolo della diciassettesima puntata di Varese Academy Pallacanestro e si riferisce al progetto, che, se messo in pratica, avrebbe valenza storica, di Gianfranco Ponti: il presidente del settore giovanile biancorosso sta lavorando per realizzare un vivaio unico con la Robur et Fides, in grado di radunare circa 700 ragazzi e 50 allenatori.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.