Il curling è ipnotico anche a Varese

Nella quarantanovesima puntata di Vincere, Filippo Brusa parla dello sport del momento con chi lo pratica sul territorio: Davide Quilici, Alberto Arienti e Sara Comunetti

«È un oro che passa alla storia, come quello di Jacobs. Grazie Stefania, grazie Amos. Siete l’orgoglio d’Italia. Non avete vinto le Olimpiadi, le avete stravinte».
Con queste parole, il presidente del Coni Giovanni Malagò ha accolto l’oro conquistato dal doppio misto azzurro – formato da Stefania Constantini e Amos Mosaner – nel curling ai Giochi Olimpici invernali di Pechino. Una medaglia che ha fatto esplodere la curling-mania in tutta Italia e anche Filippo Brusa celebra questa disciplina, affascinante e ipnotica – nella quarantanovesima puntata di Vincere, insieme a tre rappresentanti di Varese Curling: il presidente Davide Quilici, l’allenatore Alberto Arienti e l’atleta Sara Comunetti.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.