Razzismo poliziesco, da Spike Lee in poi

Puntata speciale di CineAmando, dedicata a George Floyd: afroamericano 46enne ucciso dalla polizia di Minneapolis. Dal profetico Spike Lee in poi, tanti autori si sono confrontati con il "cancro" americano: l'intolleranza

Le immagini del poliziotto di Minneapolis che preme un ginocchio sul collo di un uomo fino a soffocarlo ci spingono a dedicare una puntata speciale (quanto urgente e necessaria) al Cinema americano che ha parlato di simili violenze. A volte per raccontarle, altre volte per profetizzarle. Dal “Fa’ la Cosa Giusta” di Spike Lee al “Detroit” della Bigelow, passando per il Coraggio della Verità di Tillman. Tante pellicole, una sola necessità: puntare la cinepresa sul “cancro” che affligge la coscienza statunitense.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.