ALFA, il dado è tratto. Per un milione di abitanti

Ufficializzata con atto notarile la fusione delle società ecologiche nel gestore unico del servizio idrico provinciale. Mazzucchelli: "Passo storico, ne seguiranno altri". Coinvolti 144 Comuni

Dopo le assemblee dell’ottobre scorso, che avevano dato il via libera all’operazione, il 18 dicembre è arrivata la firma davanti al notaio. Tutte le parti coinvolte hanno siglato l’atto che sancisce la fusione delle sei società ecologiche provinciali in Alfa Srl, gestore del servizio idrico integrato in provincia di Varese, con effetto dal 1° gennaio.

Le società erano nate come consorzi negli anni Sessanta e Settanta, con l’obiettivo di realizzare gli impianti di depurazione a tutela di laghi e corsi d’acqua. Formate da Provincia e comuni, erano state trasformate in società per azioni o a responsabilità limitata nel 2004.

Ora, coerentemente con quanto previsto dalle normative nazionali e regionali, l’ingresso nel
gestore unico, che comprende 144 Comuni di varesotto, comasco e milanese.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.