Cibo “troppo buono per essere buttato”

La tecnologia aiuta la battaglia allo spreco alimentare grazie ad applicazioni utili e convenienti sia per l'esercente che non butta gli alimenti avanzati, sia per il consumatore che compra a prezzi estremamente ridotti.

Troppo buono per essere buttato, traduzione italiana della ormai nota applicazione Too good to go, di origine danese nata con lo scopo di combattere lo spreco alimentare e che piace anche in provincia di Varese. Ad oggi, sul territorio del varesotto, appunto, hanno aderito oltre 130 negozi, suddivisi tra pasticcerie, panetterie e soprattutto supermercati. Una “manna dal cielo” come la definisce la titolare di un esercizio di Cassano Magnago che in un paio d’anni ha per così dire salvato 355 pasti evitando di immettere nell’aria 887,5 kg di co2, secondo quanto riportato dall’applicazione nel profilo utente.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.