Ex Mizar, il volano di Beata Giuliana

Presentate a Busto Arsizio le opere pubbliche di compensazione realizzate dagli artefici privati dei nuovi servizi: commerciali, sportivi e legati al tempo libero. Previsti 250 posti di lavoro

Gli interventi dei privati superano il milione e 200 mila euro di valore e si traducono in una serie di opere pubbliche come controviali, rotonde, sistemazione del verde, pavimentazione e altro.

A farsene carico, le società SITIP e MGR, artefici del nuovo volto che va via via assumendo l’area ex Mizar di Busto Arsizio: supermercato, nuovo cinema, insediamenti sportivi e legati al tempo libero.

Ma la regina di tutte le ricadute virtuose è riassunta in un numero: 250 posti di lavoro che si prevede vengano innescati dal nuovo insediamento.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.