Fontana vaccinato con Astra Zeneca

Nel primo pomeriggio, nell'ospedale di Fiera Milano, al governatore è stata somministrata la prima dose. A Luglio, il richiamo. Il suo commento: "Macchina organizzativa impeccabile, confermata da un dato: in Lombardia inoculiamo il 23% del totale nazionale". Poi il commento sull'assembramento nerazzurro: "Pericoloso, rischia di provocare una ricaduta"

Il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana è stato vaccinato nel primo pomeriggio di oggi (alle ore 15.15).

Come riporta una nota dell’ufficio stampa regionale, “come previsto per gli over 60, anche il governatore è stato vaccinato con Astrazeneca. Alle 14.40 si è messo in fila presso il centro vaccinale allestito presso l’ospedale in Fiera a Milano, pochi minuti dopo è stato chiamato per l’accettazione e quindi via con la fase anamnestica e la somministrazione.  Dopo i canonici 15 minuti in sala osservazione, alle 15.15 il presidente ha lasciato la struttura gestita dal Policlinico”.

A fine Luglio, come da documentazione rilasciata prima della somministrazione, Fontana riceverà il richiamo.

Il presidente si è soffermato sull’efficienza organizzativa della struttura e, più in generale, nella macchina vaccinale messa in piedi nelle province lombarde. Un passo che si riflette in un dato 23%: questa la percentuale di dosi inoculate ogni giorno in Lombardia sul totale nazionale.

Evidentemente, il ritmo va mantenuto, se possibile incrementato, ferme restando le regole di sicurezza, l’utilizzo dei dispositivi e, possibilmente, la netta condanna di pericolosi e ingiustificabili assembramenti come quelli che, ieri, ha portato in Piazza Duomo decine di migliaia di tifosi dell’Inter. Un fatto che lo stesso governatore ha definito “pericoloso, perché potrebbe portare a focolai e nuove impennate”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.