Il coraggio di ogni giorno, contro la mafia

Interessante incontro all'Università dell'Insubria di Varese. In cabina regia, l'Associazione S.O.S. Italia. Tra i relatori, Anna Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento di iniziative antiracket e antiusura

La mafia in tutte le sue forme. Quella delle stragi e degli attentati, cattiva e sfacciata. Riempie le pagine dei giornali e catalizza l’attenzione dell’opinione pubblica. E poi la mafia più elegante che – in giacca e cravatta – pervade le sfere più alte dell’economia, per mettere le mani su grossi affari. E’ questa la mafia che si estende tra le regioni del nord, mettendo in ginocchio gli imprenditori e distruggendo le loro attività. Se ne è parlato durante l’incontro organizzato dall’Associazione S.O.S. Italia Libera all’Università dell’insubria a Varese e che ha visto protagonisti – oltre ad alcuni sindaci della provincia – Riccardo De Corato, assessore alla sicurezza di Regione Lombardia; Monica Forte, Presidente della Commissione Antimafia regionale; Daniela Borgonovo, procuratore Capo Tribunale di Varese e Anna Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento di iniziative antiracket e antiusura.“Serve coraggio, il coraggio di denunciare. Il coraggio di essere liberi” – afferma quest’ultima.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.