L’INPS lo crede morto (due volte), niente pensione

Vincenzo Calabrese, 91 anni, si è visto negare due volte il versamento di quanto gli spetta. Motivo: lo Stato lo considerava deceduto: "Spero che non capiti una terza volta"

Il signor Vincenzo Calabrese, classe 1932, è un anziano arzillo, lucido e simpatico. Avellinese di origine, vive a Varese dal 1957 e abita nel rione di San Fermo.

Negli scorsi mesi si è visto negare il versamento della pensione per un motivo macabro almeno quanto inquietante: l’INPS lo considerava morto all’inizio dell’anno.

Chiarito l’equivoco, Vincenzo credeva fosse tutto sistemato. Invece, burocrazia e distrazioni c’hanno messo il solito malefico zampino e il 1 Giugno l’inciampo si è ripetuto: “Lei ci risulta morto, perciò niente pensione!“.

E’ lui stesso a raccontarlo a Matteo Inzaghi questa paradossa e kafkiana vicenda, che ci auguriamo non si ripeta più.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.