Mago Diego, quando la magia diventa inclusiva

Giochi di prestigio pensati coinvolgere un bambino non vedente. Accade in un camp estivo di Lainate

Giochi di prestigio inclusivi.
Sono quelli proposti dal Mago Diego che – impegnato in vari camp estivi della Lombardia – ha deciso quest’anno di coinvolgere nelle sue attività tutti i bambini. Anche quelli con disabilità.
“L’idea è nata grazie all’incontro con Leo, un ragazzino non vedente che, insieme alla sorella, ha iniziato a frequentare il mio camp a Lainate” – spiega Diego.
“Mi sono chiesto come poterlo davvero rendere partecipe delle attività, permettendogli di divertirsi, proprio come tutti gli altri bambini”.

“Questa esperienza mi sta regalando grandi soddisfazioni” – dice Diego. “E vorrei riuscire ad inventare altri giochi inclusivi, per coinvolgere tutti i bambini nel gioco”.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.