Monsignor Staglianò, non sono solo canzonette

Il fautore della "Teologia Pop" si confronta con Matteo Inzaghi sull'accessibilità della Fede, sull'opportunità di aprire il Credo ai più giovani attraverso il linguaggio dei loro beniamini. Lo abbiamo incontrato a Villa Cagnola

Vescovo di Noto, nonché fautore della cosiddetta “Pop Theology”, Monsignor Antonio Staglianò si confronta con Matteo Inzaghi sui temi a lui più cari: una religione meno liturgica e più accessibile, una Fede che faccia leva sul linguaggio dei giovani. Unica condizione, che la chiave semantica e comunicativa porti, comunque, alla Verità.

Lo abbiamo intervistato a Villa Cagnola, durante la giornata che ha trascorso a Varese.

Qui trovate un’anticipazione del colloquio, che verrà trasmesso integralmente Sabato 20 Febbraio alle ore 12.45, 19.30 e 22.30.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.