Palazzo Estense si illumina, come mai prima d’ora

Inaugurato il nuovo sistema di luci calde che valorizzano la bellezza della dimora e ne consolidano la sicurezza. alla cerimonia, l'azienda City Green Light e le principali autorità civili, rleigiose e militari

Sono le 19.30 quando Palazzo Estense si illumina d’immenso. E non è un modo di dire.

Perché le luci della City Green Light, azienda che si sta prendendo cura degli impianti di illuminazione di Varese, non si limitano a rendere ancora più affascinante la storica e prestigiosa dimora di Francesco d’Este, ricordato, in apertura, dalla storica dell’arte Serena Contini attraverso un intrigante excursus del nobile che scelse e amò la città giardino, piantando radici che ancora oggi regalano bellezza, unicità, eleganza e imponenza.

Le luci, dicevamo, stringono Varese in un abbraccio che conforta e rassicura, vista la funzione preventiva e deterrente dell’illuminazione. Sostengono e riaffermano l’ambizione di riportare il capoluogo al rango attrattivo che merita.

In linea con un rapporto dinamico e interattivo tra luce, monumento e tessuto urbano, che è stato ben illustrato da Roberto Nessi, architetto e voce della Soprintendenza. Quest’ultimo si è anche soffermato sulla qualità dell’estetica dell’iniziativa, vista la scelta di luci calde, che accarezzano anziché colpire.

Dulcis in fundo, la componente economica: il Palazzo così ben illuminato e accogliente costerà molto meno di prima, grazie a una tecnologia di ultima generazione capace di dare luce alla città lasciando “al buio” le bollette!

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.