Furti d’auto: sgominata la banda dei Range Rover 

Rubano mezzi di grossa cilindrata a Malpensa e Linate. Vengono arrestati dai Carabinieri. Nei guai due albanesi

Rubano auto a Malpensa e Linate, arrestati. Nei guai due albanesi che facevano parte della Banda dei Range Rover, specializzata in furti di mezzi di grossa cilindrata e colpi in appartamento. L’indagine, condotta dai Carabinieri di Varese e  ribattezzata EVOQUE (in riferimento ad uno dei modelli più gettonati dai malviventi), ha preso il via alla fine di settembre dell’anno scorso, grazie alla sinergia con la Polizia Giudiziaria della Polaria di Malpensa, che controlla un impianto di videosorveglianza aeroportuale composto da più di 2mila telecamere. 

Nei fatti, i malviventi partivano dall’Hinterland milanese a bordo di auto rubate o di proprietà e, dopo essersi impossessati di Range Rover parcheggiati nei posteggi degli aeroporti si allontanavano, o sfondando la barriera in uscita, o approfittando del passaggio di un altro veicolo. 

A Milano i ladri disponevano di box interrati dove parcheggiavano le auto, rendendoli invisibili ai sistemi di rilevazione satellitare. Una volta bonificati, i mezzi venivano ceduti a ricettatori, su cui gli inquirenti continuano tutt’ora ad indagare. 

I Carabinieri hanno attribuito con certezza alla banda 5 furti di Range Rover ed uno di una Jaguar, che il gruppo criminale utilizzava anche per compiere ulteriori reati. 

Due degli indagati sono inoltre ritenuti responsabili di una serie di 4 furti in abitazione consumati nelle province di Ravenna e Brescia: vere e proprie razzie di denaro, abbigliamento, gioielli e, in un caso, anche di un’autovettura. 

Gli arrestati sono stati condotti alla casa circondariale di Busto Arsizio.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.