L’evasore non se la… cava

Lo "stratagemma di confine" serviva per aggirare il Fisco italiano

Evade il Fisco per tre anni, grazie a una falsa società di Mendrisio. La vendita dei materiali inerti estratti da una cava valceresina procurava introiti che venivano perciò attribuiti, fittiziamente, a un’impresa Svizzera. E questo per dribblare il Fisco nostrano. La somma così evasa, secondo la GDF, ammonterebbe a 800 mila euro.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.