fbpx

Malpensa, le mani della ‘ndrangheta sui parcheggi

Eseguite 28 ordinanze di custodia cautelare in carcere e 7 ai domiciliari nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti all’organizzazione criminale calabrese che avrebbe gestito alcuni parcheggi attorno all'Aeroporto della Brughiera

Malpensa, le mani della ‘ndrangheta sui parcheggi. I carabinieri del nucleo investigativo di Milano, in collaborazione con la compagnia di Busto Arsizio, hanno eseguito questa mattina 28 ordinanze di custodia cautelare in carcere e 7 ai domiciliari nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti all’organizzazione criminale calabrese. Tra i coinvolti, Vincenzo Rispoli – Emanuele de Castro – Mario Filippelli e Enzo Misiano, capogruppo di Fratelli d’Italia a Ferno e coordinatore di partito a Ferno e Lonate Pozzolo, che da anni si occupava di disabilità, vivendo lui stesso questa condizione.

Nei fatti – la ‘ndrangheta  avrebbe messo le mani su alcune società di gestione dei parcheggi attorno a Malpensa. Un business redditizio, destinato ad incrementarsi con l’arrivo dei voli da Linate. Di grande aiuto alle indagini, la testimonianza di un imprenditore che, interessato all’acquisto di un terreno a Ferno per realizzare un parcheggio, si è trovato ad aver a che fare con il clan. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.