Tintoria Zerbi, chiusa… per niente

Il destino, triste e paradossale, dell'azienda di Lonate Ceppino: accusata, rovinata. E infine scagionata

Matteo Inzaghi ci racconta il “paradosso della Tintoria Zerbi“, emblema di un sistema malato, capace di rovinare un’azienda sana, costringerla alla chiusura e poi accertare la totale innocenza di chi la amministrava.

Tutto comincia nel 2013, quando la ditta di Lonate Ceppino viene accusata da riversare nel fiume Olona sostanze inquinanti. Le indagini portano ad un nulla di fatto e nell’Estate 2018 il caso viene archiviato, escludendo la Zerbi da qualunque responsabilità. Nel frattempo, però, la Tintoria, fiaccata dal clamore e dal blocco forzato dell’attività, ha chiuso i battenti. Lasciando a casa 81 lavoratori.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.