Addio Special Olympics, sintesi di un Paese in tilt

La cancellazione del grande evento sportivo e sociale si traduce in un danno di vaste proporzioni. A pagare il prezzo più alto di inadeguatezza e psicosi, oltre al sistema economico, sono le anime fragili, che la manifestazione di Giugno avrebbe rappresentato in maniera plastica

Rete55 lo aveva annunciato ieri e oggi, purtroppo, la notizia viene confermata. Special Olympics Varese non si svolgerà. Per colpa del Coronavirus? Non esattamente. Per colpa, più precisamente, del delirio collettivo che l’influenza ha scatenato in questi giorni. E che è stata a sua volta innescata dall’inadeguatezza delle misure preventive che in altri Paesi sono stati adottati e nel nostro no, facendoci passare, come al solito, da un estremo all’altro: dalla massima apertura alla chiusura più totale, più drastica, più deleteria. Una sconfitta che la cancellazione dell’evento di Giugno rappresenta, secondo Matteo Inzaghi, in maniera plastica.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.