AstraZeneca, l’esercito della prima dose

Alla luce del roboante e allarmistico stop imposto da diversi europei, Italia compresa, ci chiediamo: qualcuno si è messo nei panni di chi ha già assunto la prima somministrazione ed è in attesa del richiamo?

Mi metto nei panni di coloro che hanno assunto la prima dose di AstraZeneca. Provo a immaginare ciò che provano, vedendo i titoloni sullo stop a quel farmaco che non hanno scelto, ma che è stato loro somministrato. 

Comincia così l’Editoriale di oggi di Matteo Inzaghi, che tra l’altro aggiunge:

Penso a docenti e forze dell’ordine: persone dello Stato, che hanno risposto presente per senso di responsabilità, senza guardare l’etichetta, scoprendosi il braccio e aspettando il loro turno. Ora, a metà del guado, si trovano sospeso il farmaco a loro appena iniettato e, secondo alcuni, a rischio. Qualcuno si è chiesto quali effetti emotivi e psicologici possa ingenerare il “terremoto” mediatico scatenato di queste ore in diversi paesi europei?”. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.