AstroSamantha, il Sogno che Va… nello Spazio

A qualche giorno dalla giornata varesina dell'astronauta Cristoforetti, ecco una riflessione in proposito del direttore di Rete55 Matteo Inzaghi

Davanti a Samantha Cristoforetti torniamo tutti bambini: un po’ per l’imperscrutabilità dell’Infinito, che traduce il concetto stesso di mistero in qualcosa di fanciullesco. E un po’ per la complessità tecnica, scientifica e fisica che prelude a qualunque missione spaziale. Ospite del Sogno che Va di Rosario Rasizza, AstroSamantha ha spiegato qualcosa della sua già storica impresa, degli anni di studio, lavoro e durissime selezioni; e di quei 6 mesi trascorsi nel cosmo, in un piccolo modulo metallico, fluttuando, osservando da 400 km quella sfera chiamata Terra, con le luci delle grandi città e il nero degli oceani. E condividendo i minuscoli spazi con un equipaggio internazionale. Ecco, in proposito, una riflessione di Matteo Inzaghi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.