Papà Di Maio spieghi a Luigi i guai dell’impresa

Provocatorio editoriale di Rete55, che mette insieme le istanze di Confartigianato e le recenti polemiche che hanno investito il ministro

“Chissà, forse Luigi Di Maio, prima di mettere mano al Decreto Dignità, avrebbe dovuto chiedere a suo padre cosa vive un piccolo imprenditore italiano, alle prese con una burocrazia soffocante, regole assurde e un cuneo fiscale gigantesco”. Così Matteo Inzaghi commenta le istanze di Confartigianato, associazione che chiede al governo di rimettere al centro dell’attività politica lavoro e impresa.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.