Premio Cantello, una ripartenza super

Diciassette anni dopo, la prestigiosa manifestazione è tornata in scena su impulso del sindaco Chiara Catella, in un clima di avvolgente condivisione

Due ore e dieci minuti ad alto contenuto emotivo, con campioni dello sport e ospiti di primissimo piano, che si sono alternati sul palco, chiamati dal mattatore della serata: il brillante Mattia Andriolo, capace di dare ritmo ed energia al rinato Premio Cantello, in scena 22 anni dopo il debutto assoluto e 17 anni dopo l’ultima edizione del 2004.
Non poteva esserci una ripartenza migliore per una iniziativa che in passato aveva giustamente richiamato l’attenzione dei media nazionali e che ora è destinata a nuove “magnifiche sorti e progressive”, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale di Cantello, guidata dalla vulcanica Chiara Catella. Un sindaco frizzante e animato da tanto entusiasmo.
Nessuno dei 130 minuti del Premio Cantello si è perso nell’anonimato. Al contrario tutti gli ospiti, che Mattia Andriolo ha saputo alternare sul palco, non solo con ritmo e slancio, ma con sapiente tocco giornalistico, hanno offerto spunti di livello, coinvolgendo la platea ed entrando in sintonia con il pubblico, in un clima di avvolgente condivisione.
Vi proponiamo solo alcune voci di una serata densa di contenuti e ricca di emozioni. La rivivremo nello Speciale Tg in onda alle 12.45, alle 19.30 e 22.30 di sabato 18 settembre.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.