Fisascat, D’Aquaro al timone per donne e giovani

Eletto alla guida del sindacato di Varese e Como, il neo Segretario si propone di tutelare una categoria vasta, eterogenea, che ha saputo reggere alla crisi dimostrando coraggio e spirito di servizio: "In cabina regia, maggioranza al femminile".

Giovani e donne. Saranno loro i veri protagonisti della nuova Fisascat, quella che vede al timone Giuseppe D’Aquaro, incoronato nel pomeriggio dal congresso di una categoria che, a Varese e Como, conta più di 13 mila iscritti e che si propone di dare voce, tutela e spalle larghe ai diversi settori rappresentati, compresi quelli che, in pandemia, hanno visto raddoppiati sforzi, rischi e sfide.

In cabina regia con D’Aquaro un team al femminile, riflesso di una platea di lavoratrici che non va solo rappresentata, ma guardata negli occhi. E capita.

Presenti, al congresso, il leader regionale CISL Ugo Duci, il Segretario Nazionale Fisascat Davide Guarini e il numero uno regionale Ivan Notarnicola (per ascoltare le loro interviste, clicca qui) e il segretario provinciale Dei Laghi, Daniele Magon.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.