Stragi di lavoro, i sindacati: “Avviamo il nuovo corso”

Nel convegno coordinato dal Prefetto, voci e interventi dei tanti attori coinvolti nella delicata materia, con un tragico punto di partenza: "Ogni giorno 3 lavoratori non fanno ritorno a casa". Cgil, Cisl e Uil tracciano il sentiero del nuovo corso: formazione, prevenzione e cultura

Gli incidenti sul lavoro si traducono in un dato gelido quanto emblematico: ogni giorno 3 persone non tornano a casa.

Punto di partenza sconvolgente quanto reale quello su cui si è aperto il convegno in Camera di Commercio, col coordinamento del Prefetto Salvatore Pasquariello e la presenza di tutti gli attori che hanno voce in capitolo.

Per cambiare passo, concentrarsi sugli interventi prioritari e sulle risorse per attuarle, ma anche sulle migliori pratiche di chi ha dato un senso alla sicurezza sul lavoro, affinché facciano da modello.

Nella voce di CGIL, CISL e UIL, le tappe imprescindibili (prevenzione e controlli, formazione, ritrovata cultura del Lavoro) che dovranno diventare patrimonio di tutti e che bisognerà trasmetere, innanzitutto, alle nuove generazioni, attraverso incontri mirati e continui nelle scuole.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.