Castellanza, il destino del PGT? Non avere destinazioni

Approvata la Variante fortemente voluta dall'Amministrazione Cerini e votata alla "indifferenza funzionale". Cerini: "Obiettivi, rigenerazione urbana e recupero aree dismesse. Avanti col Polo Chimico" . Frecciata all'opposizione: "Sanno fare solo ostruzionismo"

Un PGT aperto, in continua evoluzione.

La Variante approvata a Castellanza al termine di un consiglio comunale fiume e molto partecipato si riassume in una vocazione ben definita. Anziché rinchiudere il territorio in un reticolato di vincoli e destinazioni prestabilite, il documento sceglie l’indifferenza funzionale, termine tecnico traducibile in un concetto più semplice: flessibilità.

Obiettivi dichiarati della variante, recupero delle aree dismesse, riqualificazione degli accessi alla città, con particolare attenzione alla via Borri e alla Saronnese, e risanamento dell’ex Polo Chimico.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.