Centrodestra diviso, Pellicini: “Lega prepotente”

A Luino volano gli stracci. Il sindaco uscente accusa gli alleati di aver stracciato gli accordi. Ma il Carroccio e Lombardia Ideale lanciano convintamente la candidatura di Alessandro Casali: "Servono energie nuove"

Centrodestra diviso alle prossime elezioni di Luino.

La riunione chiarificatrice che nei giorni scorsi ha visto allo stesso tavolo i vertici provinciali non è riuscita a evitare la spaccatura tra la linea del sindaco uscente, Andrea Pellicini, che è anche leader di Fratelli d’Italia, e quella della Lega, che ha deciso di intraprendere una sua strada verso le urne di Settembre.

Il clima, questa mattina, è tutt’altro che disteso. Pellicini accusa gli ormai ex alleati leghisti di aver stracciato gli accordi, che prevedevano il sostegno compatto di tutto il centrodestra alla candidatura di Lorena Cesarin, già preside dell’Istituto Tecnico Superiore di Luino e di aver optato per una propria corsa solitaria.

Un atto di prepotenza – secondo l’esponente di FdI – visto che il partito di Salvini ha già ottenuto i candidati sindaco di città importanti come Saronno, Somma Lombardo e Laveno Mombello”.

Nessuna prepotenza, solo una logica ricerca di energie nuove e di un perimetro elettorale che vada oltre le sigle di partito”, replica il capo delegazione della Lega luinese Davide Cataldo, il quale lancia così la candidatura a sindaco dell’attuale numero due di giunta, Alessandro Casali, volto noto della città lacustre, che incassa il convinto sostegno di Lombardia Ideale, forza politica che fa riferimento al governatore Fontana e che, a livello regionale, è capitanata da Giacomo Cosentino.

“Crediamo fortemente in questo progetto – dichiara il consigliere regionale – Stiamo mettendo a punto un programma comune che coinvolga professionisti, imprenditori, associazioni e forze civiche espressione del territorio”.

Ma ci sono ancora margini di ricucitura? Affermativo, risponde Matteo Bianchi, parlamentare della Lega e coordinatore provinciale del partito: in programma, bel pomeriggio, a Roma, un vertice a tre, con l’azzurro Giacomo Caliendo e l’onorevole FdI Paola Frassinetti.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.