Gilli: “Torno in campo per normalizzare Saronno”

L'ex sindaco ci riprova e si candida per Azione, Italia Viva, Più Europa e una lista civica votata alla trasversalità moderata. Tra le priorità, tutela dell'Ospedale e riqualificazione del patrimonio pubblico

Ci sono legami che non si spezzano. Come quello tra Pierluigi Gilli e la città di Saronno.

Sindaco per 10 anni, candidato sconfitto nel 2016, l’ex primo cittadino torna in scena con una squadra inedita che raggruppa forze di centrosinistra e componenti civiche. Le sigle di partito sono quelle di Azione, Italia Viva e Più Europa, mentre la lista trasversale sceglie una denominazione sobria e immediata: Con Saronno.

 E una parola d’ordine che, coi tempi che corrono, suona piacevolmente ambiziosa: normalità.

Le ultime due amministrazioni comunali sono da bocciare, secondo Gilli: la sinistra di Luciano Porro e la Lega di Alessandro Fagioli non hanno brillato, sentenzia, perciò eccoci qui per dare risposte concrete, senza promettere la luna e cercando di elevare un dibattito politico troppo spesso sacrificato a battute da bar e slogan di pancia.

Con un pacchetto di priorità, a partire dalla riqualificazione delle aree pubbliche del centro e dalla tutela dell’Ospedale.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.